L’agopuntura per qualità del sonno, livelli di BDNF ed immunosenescenza: uno studio randomizzato controllato.

L’insonnia nella popolazione anziana è associata a degenerazioni neuropsicologiche e fisiologiche, incluse immunosenescenza e carenza di fattore neurotrofico cerebrale (BDNF). Con questo studio abbiamo valutato gli effetti dell’agopuntura sulla qualità del sonno, sullo stress psicologico, sull’immunosenescenza dell’anziano e sui livelli di BDNF.
Quarantotto anziani di un istituto geriatrico sono stati divisi in maniera randomizzata in due gruppi, uno sottoposto a dieci trattamenti di agopuntura vera e l’altro ad agopuntura placebo. La qualità del sonno, la depressione ed i valori dello stress sono stati valutati prima e dopo il ciclo di trattamento tramite: la scala per la qualità del sonno Pittsburgh (PSQI), il Beck depression inventory (BDI II) e la scala di stress percepito (PSS). I valori linfocitari comunemente associati allo stress, la qualità del sonno e l’immunosenescenza sono stati fenotipizzati attraverso la citometria a flusso. I livelli plasmatici di BDNF sono stati valutati con i test ELISA.
L’agopuntura si è dimostrata efficace nel migliorare la qualità del sonno (−53.23%; p < 0.01), la depressione (−48.41%; p < 0.01) e lo stress (−25.46%; p < 0.01). Nonostante ciò, non sono stati riportati cambiamenti nelle sottopopolazioni linfocitarie né sui valori di BDNF alla fine del ciclo di trattamento.

Zuppa C, Prado C, Wieck A et al. Acupuncture for sleep quality, BDNF levels and immunesenescence: A randomized controlled study. Neurosci Lett. 2015 Feb 5;587:35-40

Maria Letizia Barbanera