XXVI° Congresso Internazionale A.M.A.B. di Agopuntura e MTC.

Sabato 5 maggio 2012, a Bologna, si è svolto il 26° Congresso Internazionale di Agopuntura e MTC, organizzato dall’A.M.A.B. (Associazione Medici Agopuntori Bolognesi) – Scuola Italo Cinese di Agopuntura.
I temi affrontati quest’anno sono stati: “Le patologie da Disordini Immunitari in Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese”
La manifestazione, alla quale hanno partecipato 458 medici provenienti dall’Italia e dall’estero, ha avuto un grande successo.
Il Congresso si è aperto con la relazione del Dott. Carlo Maria Giovanardi, Presidente F.I.S.A. – Federazione Italiana delle Società di Agopuntura e Direttore A.M.A.B. – Scuola Italo Cinese di Agopuntura, che ha illustrato l’attività svolta dalla FISA durante il 2012, con particolare riferimento alla partecipazione ad IMPACT, gruppo di lavoro per l’applicazione della legge 38, allo scopo di fornire il contributo tecnico scientifico affinché l’agopuntura trovi una giusta posizione come presidio per il trattamento del dolore cronico.
Ha fatto seguito l’intervento del Presidente dell’Ordine dei Medici-Chirurghi di Bologna, Giancarlo Pizza, che ha rinnovato il sostegno dell’Ordine alla FISA, nella battaglia legislativa per il riconoscimento professionale del medico agopuntore; ha sottolineato, poi, come sia fondamentale lo sviluppo di un comune ed adeguato percorso formativo per il medico agopuntore, al fine di offrire efficaci garanzie ai pazienti nella pratica clinica.
Quest’anno il Congresso ha visto gli interventi di due rappresentati istituzionali. Il Dott. Corrado Ruozi, Coordinatore dell’Osservatorio Regionale per le Medicine non Convenzionali, ha illustrato, con particolare riferimento all’agopuntura, il ruolo dell’osservatorio e gli scopi che, sin dalla sua istituzione, si è prefissato: la promozione dell’ evidenza scientifica dei trattamenti e l’integrazione effettiva delle MNC all’interno del percorso di cura e salute del paziente, sottolineando come sia imprescindibile, per arrivare a questo, la legittimazione burocratica delle scuole di formazione. In seguito è intervenuto il Dott. Antonio Parisi, Dirigente Medico di II Livello del Ministero della Salute, che ha ribadito il grande interesse delle Istituzioni nei confronti dell’Agopuntura, ammettendo tuttavia la difficoltà che esiste nel trovare una formula che, soddisfacendo le molte figure implicate nel processo decisionale, riconosca dal punto di vista normativo il ruolo professionale del medico agopuntore.
Tutte le relazioni sono state molto interessanti; hanno offerto un’ampia panoramica sui disordini immunitari nell’ottica della Medicina Tradizionale, nei suoi diversi aspetti (Agopuntura classica, Auricolo-agopuntura, Addomino-agopuntura, Dietetica, Fitoterapia).
Di particolare rilevanza sono stati gli interventi della Prof.ssa Qiao Wenlei, docente della Nanjing University of TCM, Repubblica Popolare Cinese, il primo dei quali sulla fisiopatologia del sistema immunitario in MTC ed il secondo, pomeridiano, in merito al trattamento con Agopuntura di alcune tra le più importanti patologie a genesi autoimmune.
Il giorno seguente, è stato possibile partecipare al master post-congressuale “Il contributo dell’Agopuntura e della MTC nella Medicina Estetica“, tenuto dalla stessa Prof.ssa Qiao Wenlei.

Alessandra Poini