Verso ECIM 2012

Verso ECIM 2012

Gli aggiornamenti sul 5° Congresso Europeo di Medicina Integrata (ECIM). Un meeting internazionale su temi cruciali quali metodologia della ricerca, formazione e integrazione delle medicine complementari nei sistemi sanitari. Approfondimenti su oncologia integrata, gestione del dolore, allergie, salute di genere, PNEI, tecniche orientali e molto altro.

Si lavora a pieno ritmo per l’organizzazione del 5° Congresso Europeo di Medicina Integrata, che si terrà a Firenze (Palazzo dei Congressi) dal 21 al 22 settembre 2012, con inaugurazione il 20 settembre nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.
L’evento, promosso da Regione Toscana–Rete Toscana di Medicina Integrata, Università degli studi di Firenze e Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Firenze insieme all’Università Charité di Berlino – in collaborazione con le altre Università toscane e con il patrocinio di istituzioni nazionali e internazionali – è un fondamentale appuntamento internazionale per medici, operatori sanitari e del benessere, ricercatori che vogliono confrontarsi sui temi dell’efficacia delle medicine e delle pratiche complementari/non convenzionali e della loro integrazione con la medicina ufficiale.
È terminata con successo la fase di valutazione degli abstracts da parte del Comitato di programma. Sono giunti circa 500 lavori sui temi principali al centro dei lavori del Congresso: oncologia integrata, gestione del dolore, integrazione delle medicine complementari nei servizi sanitari, medicina di genere, gravidanza e parto, PNEI, allergie e atopie, pediatria, salute mentale, formazione, veterinaria non convenzionale, modelli di ricerca in MC, valutazione costi-benefici delle medicine complementari, alimentazione/ nutrizione, dipendenze e disturbi alimentari.
Gli abstracts saranno pubblicati su uno speciale Supplemento dell’European Journal of Integrative Medicine, una rivista internazionale indicizzata, e sarà un altro strumento per dare visibilità e far circolare nella comunità internazionale gli argomenti all’ordine del giorno.
Dallo scorso febbraio ad oggi si sono registrati come nuovi utenti interessati a partecipare al congresso più di 1000 professionisti (medici, farmacisti, veterinari, operatori sanitari e delle discipline bio-naturali). Il 40% è formato da stranieri provenienti da 32 Paesi, soprattutto da Germania, Svizzera, Spagna, ma anche da Stati Uniti, Brasile, Argentina, Corea del Sud, Canada, Australia, India e Giappone, Medio Oriente.

Obiettivo dell’edizione italiana di ECIM è contribuire alla creazione di una rete di ricercatori, clinici e terapeuti per promuovere il confronto ed il dialogo costruttivi su efficacia clinica, metodologia della ricerca e della formazione e sui modelli possibili di integrazione delle medicine complementari nelle risorse per la salute. Non solo, quindi, far conoscere le esperienze di integrazione delle medicine complementari nei Servizi sanitari pubblici, ma cooperare per una reale integrazione in medicina, anche attraverso la definizione di linee guida appropriate e condivise dalla comunità medico-scientifica.

Nel corso di ECIM si terranno numerosi seminari di Società scientifiche nazionali e internazionali, come il 26° Congresso del GIRI (Gruppo internazionale di ricerca sulle sostanze infinitesimali), dedicato agli effetti biologici delle sostanze in alta diluizione, un seminario sull’ormesi con la partecipazione di esperti internazionali, workshops sulle tecniche orientali e le ginnastiche mediche, sulla Scuola di agopuntura tradizionale di Firenze, sull’agopuntura addominale e sul trattamento dell’obesità con agopuntura.
In apertura si terranno le letture magistrali di Gian Franco Gensini, preside della Facoltà di Medicina di Firenze, sulla medicina integrata nella prospettiva della medicina P4 (personalizzata, predittiva, preventiva, partecipativa), del ricercatore inglese George Lewith su effetto placebo e trials clinici, di Aviad Haramati, direttore della cattedra di CAM della Georgetown University di Washington, sui percorsi formativi della medicina integrata negli USA; l’antropologo Antonio Guerci, dell’Università di Genova, esporrà una relazione sui temi antropologici e di etnomedicina e, infine, Virgilio Sacchini parlerà dei servizi di medicina integrata del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York, uno dei primi centri ospedalieri ad avere incluso le medicine complementari nell’offerta terapeutica al paziente oncologico.
Nel sito www.ecim-congress.org. è possibile iscriversi al Congresso, ottenere informazioni su hotels, programma scientifico e sociale ecc. I membri delle società scientifiche, associazioni e federazioni (inclusa la FISA) partners del Congresso – che sono ad oggi più di 60 – hanno diritto a uno sconto del 20%.
Ogni altra informazione si può richiedere all’indirizzo ecim2012@regione.toscana.it

Info:
ecim2012@regione.toscana.it
www.ecim-congress.org