Vantaggi dell’agopuntura antiinfiammatoria nel trattamento della sepsi indotta dal coronavirus pneumonia.

Background
La sepsi è una delle complicanze più gravi e una delle principali cause di morte nei pazienti con la polmonite da coronavirus (PCN; sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2). In generale si può dire che è il risultato di una cascata infiammatoria non controllata, come se si realizzasse una “tempesta di citochine” post-infezione. Il trattamento medico convenzionale si basa principalmente sull’uso dei glucocorticoidi, farmaci che purtroppo però hanno importanti effetti collaterali; risulta quindi fondamentale cercare o sviluppare altre terapie efficaci nel trattamento della “tempesta di citochine” e per combattere l’PCN con sepsi.

Scopo del lavoro:
Sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’effetto antiinfiammatorio dell’agopuntura nel trattamento dei pazienti con PCN con sepsi e fornire un protocollo di agopuntura adeguato che può essere facilmente integrato nelle linee guida mediche esistenti.

Materiali e metodi
Sono stati esaminati i lavori scientifici (su modelli animali e trial clinici), presenti in letteratura sull’utilizzo dell’agopuntura nel trattamento della sepsi, analizzando il razionale della selezione dei punti e dei parametri di stimolazione dell’elettroagopuntura al fine di proporre un protocollo terapeutico

Risultati
I lavori esaminati hanno dimostrato che l’agopuntura può svolgere un ruolo importante nel regolare la reazione infiammatoria e nel ridurre la mortalità sia nell’animale che nei pazienti con sepsi e i suoi effetti si ottengono principalmente stimolando le vie antiinfiammatorie vago-colinergiche. L’applicazione dell’agopuntura nel trattamento di pazienti con PCN con sepsi presenta quattro aspetti vantaggiosi. Inoltre, viene proposto un protocollo di agopuntura clinica che include la selezione dei punti e i parametri di stimolazione appropriati.

Conclusione
L’agopuntura, in particolare l’elettroagopuntura, ha mostrato potenziali effetti positivi nel trattamento della sepsi infettiva stimolando il sistema nervoso, sia sui modelli animali che sui pazienti in condizioni critiche, ma finora è stata trascurata nella pratica clinica. Si consiglia di integrare l’agopuntura nelle linee guida mediche esistenti per il trattamento della PCN complicata dalla sepsi.

(Nota del redattore: alleghiamo, di seguito, il protocollo di agopuntura visto che non era presente nell’abstract)

Sulla base dei precedenti studi clinici sulla sepsi, unendo le nostre competenze, proponiamo una serie di protocolli di agopuntura (selezione di agopunti e parametri di stimolazione) per la prevenzione e il trattamento di pazienti con PCN complicati da sepsi. Questi protocolli sono facili da usare e convenienti per l’applicazione clinica.
Si suggerisce di usarli insieme alle terapie integrative esistenti.

Selezione del punto e metodi di agopuntura
Qualsiasi singolo gruppo o combinazione dei seguenti tre gruppi di agopunti principali possono essere selezionati per trattare la PCN con sepsi:

  1. Bilateralmente Zusanli (ST36), Shangjuxu (ST37) (o punti tender / reflex vicini)
  2. Bilateralmente Hegu (LI4), Shousanli (LI10) (o punti tender / reflex vicini).

Per i suddetti agopunti, l’ago filiforme deve essere inserito direttamente nel muscolo sotto gli agopunti, ed è ottimale per ottenere il Deqi (la sensazione di indolenzimento, distensione, pesantezza, intorpidimento o la sensazione di “come esca che deglutisce il pesce” sotto l’ago). Nel caso in cui il Deqi sia difficile da ottenere, lasciare semplicemente l’ago in situ per 30 minuti. Ogni 5 minuti, eseguire la “manipolazione del risveglio dell’ago” (ruotare leggermente l’ago) per migliorare la stimolazione fino a 1 minuto.

  1. Punti di Auricoloterapia dell’orecchio bilaterali / punti teneri all’interno del concha (come i punti polmone / cuore nel cavum concha e i punti rene / intestino tenue nel cymba concha). Innanzitutto, rilevare i punti sensibili mediante una semplice pressione o una misurazione di bassa conduttanza elettrica. Utilizzare un ago filiforme leggermente spesso (0,25-0,3 mm di diametro) per penetrare nel punto dell’orecchio (come dal punto polmonare al punto cuore) nell’area sottocutanea dell’area riflessa. È ottimale avere immediatamente un dolore acuto (se non viene percepito nessun dolore, l’ago deve essere estratto e infisso di nuovo). Lasciare l’ago per 30 minuti. Dopo la rimozione dell’ago, il punto può essere fatto sanguinare leggermente (circa 10 gocce sono appropriate) o no.
    Altri punti da usare in associazione sono: Tianshu (ST25), Qihai (CV6) per i sintomi dell’intestino; aggiungere ChiZe (LU5), Neiguan (PC6) per i sintomi del polmone, ecc.

Parametri di stimolazione elettrica
Per i pazienti senza controindicazioni alla stimolazione elettrica, l’EA deve essere usato il più possibile per garantire una stimolazione prolungata per un certo periodo con un input di stimolazione sufficiente. Si consiglia bassa frequenza (3–4 Hz), onda continua o onda densa dispersa, intensità (media), almeno 30 minuti ogni volta.

Frequenza del trattamento
Quando si applica il protocollo di agopuntura sopra indicato, è necessario garantire una frequenza di trattamento sufficiente, preferibilmente 2-4 volte al giorno, che può essere regolata in base alle condizioni e alla sensibilità del paziente, nonché alla risposta all’agopuntura. Sebbene la sensazione dell’ago non sia indispensabile per l’efficacia dell’agopuntura, è più appropriato per i pazienti critici o acuti percepire il Deqi, come prova delle informazioni terapeutiche suscitate nel corpo dall’agopuntura.

Giuseppe Lupi

Prima della pubblicazione cartacea DOI: 10.4103 / wjtcm.wjtcm_12_20
Advantages of anti-inflammatory acupuncture in treating sepsis of novel coronavirus pneumonia.
Guan-Yuan Jin, Louis Lei Jina, Jin Zheng, Belinda Jie He