Schizofrenia e depressione: una review sistematica sull’efficacia e sui meccanismi d’azione dell’agopuntura.

Obiettivo
è stata valutata l’evidenza clinica dell’efficacia dell’agopuntura come trattamento aggiuntivo nei pazienti con depressione e schizofrenia ed i suoi possibili meccanismi d’azione.

Fonte dei dati
Sono stati esaminati quattro database (Medline, Scopus, ERIC e la Cochrane Library) fino al 31 marzo 2014.

Selezione degli studi
Sono state selezionate reviews e metanalisi inerenti al trattamento con agopuntura in depressione e schizofrenia. La scarsità del numero di reviews su schizofrenia e agopuntura hanno portato all’inclusione di trials randomizzati controllati e case reports.

Estrazione dei dati
Gli scopi principali dello studio sono stati: valutare gli effetti dell’agopuntura nel trattamento dei pazienti con depressione e schizofrenia e individuarne i meccanismi d’azione attraverso un’analisi sistematica della letteratura.

Sintesi dei dati
I risultati clinici sull’uso dell’agopuntura nel trattamento della depressione sono promettenti, ma le evidenze presenti in letteratura sulla sua efficacia nel trattamento della schizofrenia sono ancora limitate.
L’agopuntura migliora la qualità della vita e in particolar modo la qualità del sonno nei pazienti psichiatrici. Ricerche neurologiche hanno rivelato che l’agopuntura agisce sul network limbico-paralimbico-neocorticale, che regola il sonno e le emozioni. Questo meccanismo potrebbe spiegare il miglioramento della qualità della vita e del sonno dopo l’agopuntura.

Conclusioni
Dalle evidenze emerse in questa review, l’agopuntura sembra essere un trattamento aggiuntivo efficace nei pazienti affetti da depressione, e in misura minore in quelli affetti da schizofrenia. Sono necessari ulteriori studi per confermare queste evidenze.

Bosch P, Van den Noort M, Staudte H et al. Schizophrenia and Depression: A systematic Review of the Effectiveness and the Working Mechanisms Behind Acupuncture. Explore (NY). 2015 Apr 28. pii: S1550-8307(15)00065-8. doi: 10.1016/j.explore.2015.04.004.

Beatrice Mezzetta