Possibili meccanismi e efficacia clinica dell’agopuntura nella depressione

Il disturbo depressivo maggiore è il disturbo mentale più comune con un onere economico significativo e trattamenti limitati. L’agopuntura è emersa come un promettente trattamento non farmacologico per ridurre i sintomi depressivi. Tuttavia, i potenziali meccanismi e l’efficacia clinica dell’agopuntura non sono completamente compresi. Questa revisione mira a: (1) riassumere le prove disponibili sui meccanismi e l’efficacia clinica dell’agopuntura per la depressione, e quindi (2) confrontare con interventi farmacologici, guidando gli studi futuri.

Studi su modelli animali di depressione e su pazienti hanno dimostrato che l’agopuntura potrebbe aumentare la neuroplasticità cerebrale e dell’ippocampo, ridurre la neuroinfiammazione e alleviare i disturbi depressivi. Studi clinici complessivi hanno indicato che l’agopuntura potrebbe alleviare la depressione primaria, in particolare nei casi più lievi, ed è stata utile nella gestione della depressione post-ictus, della depressione correlata al dolore e della depressione postpartum, sia come trattamento isolato che aggiuntivo.

È stato sottolineato che l’agopuntura combinata con il trattamento farmacologico antidepressivo non solo ha migliorato i sintomi depressivi primari e secondari, ma ha anche ridotto gli effetti collaterali del trattamento medico, che è la principale causa di elevati tassi di abbandono del trattamento farmacologico.

In sintesi, prove sostanziali provenienti da ricerche sugli animali e sull’uomo hanno supportato l’effetto benefico dell’agopuntura nella depressione.

Tuttavia, la maggior parte degli studi clinici sull’agopuntura erano piccoli e non è chiaro se i loro risultati possano essere generalizzati, quindi sono necessari ulteriori studi.

Laura Moraglio

Na-Na Yang , Lu-Lu Lin , Yue-Jie Li, et al. Potential Mechanisms and Clinical Effectiveness of Acupuncture in Depression Curr Neuropharmacol. 2022;20(4):738-750.