Moxibustione ed agopuntura migliorano la malattia di Crohn attraverso la regolazione dell’equilibrio tra Th17 e cellule Treg nella mucosa intestinale.

Precedenti studi hanno dimostrato che l’agopuntura può essere d’aiuto nei pazienti con morbo di Crohn (CD), ma i meccanismi sottostanti l’effetto terapeutico rimangono oscuri. Per identificare i meccanismi con cui l’agopuntura risulta essere efficace nel CD, sono stati valutati i rapporti tra i Th17 [ndr. linfociti T helper 17] e le cellule Treg [ndr. linfociti T regolatori] nei pazienti con CD.
In questo studio, novantadue pazienti affetti da CD . Nel gruppo di trattamento i pazienti venivano trattati con agopuntura nei punti Zusanli (ST36), Shangjuxu (ST37), Sanyinjiao (SP6), Taixi (KI3), Gongsun (SP4) e Taichong (LR3) e con dischi di moxa nei punti Tianshu (ST25, bilateralmente), Qihai (CV6) e Zhongwan (CV12). Nel gruppo di controllo sono stati scelti punti non di agopuntura e fuori meridiano, infissi superficialmente.
Gli effetti di questi trattamenti sulle cellule TH17 e sulle cellule Treg, ed i relativi markers molecolari nella mucosa intestinale, sono stati rilevati prima (0 settimane) e dopo (12 settimane) il trattamento. I risultati suggeriscono che il rapporto tra Th17 e Treg si riducono significativamente dopo il trattamento e che i livelli di IL-17 e ROR sono anch’essi ridotti, mentre l’espressione di FOXP3 aumenta in entrambi i gruppi dopo il trattamento. Nel gruppo di trattamento, l’espressione di queste molecole era regolata più intensamente rispetto al gruppo di controllo.
In conclusione, la moxibustione e l’agopuntura regolano il rapporto tra Th17 e cellule Treg nella mucosa intestinale dei pazienti con CD e ripristinano il normale equilibrio tra questi sottosistemi di cellule immunitarie.

Zhao, Chen, Chunhui Bao et al. Moxibustion and Acupuncture Ameliorate Crohn’s Disease by Regulating the Balance between Th17 and Treg Cells in the Intestinal Mucosa. Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine (2015).

Riccardo Rustichelli