L’effetto della combinazione di punti di agopuntura sul sonno e sull’espressione dei geni circadiani Clock e Bmal1 nell’ipotalamo di topi insonni..

Obiettivi
Osservare gli effetti dell’agopuntura con stimolazione manuale (MAS) sui punti combinati Baihui (GV20) più Shenmen (HT7) oppure Baihui (GV20) più Sanyinjiao (SP6) sul sonno e sull’espressione di geni coinvolti nel ritmo circadiano (Clock e Bmal1) nell’ipotalamo di topi insonni, per selezionare la combinazione di punti di agopuntura più efficace nell’insonnia.

Metodo
Un totale di 53 topi SD sono stati divisi in maniera randomizzata in 5 gruppi: uno di controllo (n=12), uno di insonnia (n=8), uno sottoposto a agopuntura nei punti GV20 più HT7 (n=12), uno nei punti GV20 più SP6 (n=11), e uno nei punti GV20 più un punto sham (n=10). Il modello di insonnia è stato stabilito con iniezioni intraperitoneali di p-cloro-fenilalanina (PCPA, 500 mg/kg, 100 mg/mL) una al giorno per due giorni. L’agopuntura è stata praticata con metodo uniforme di tonificazione-dispersione sui punti: GV20-HT7, GV20-SP6 o GV20-sham per 30 minuti, una volta al giorno per 7 giorni. La latenza del tempo di addormentamento e la durata del sonno sono stati valutati dopo l’iniezione intraperitoneale di pentobarbital di sodio (35 mg/kg). L’espressione dei mRNA di Clock e Bmal1 nei tessuti ipotalamici dell’area preottica ventrolaterale (VLPO) e del nucleo soprachiasmatico (SCN) sono stati valutati con real-time PCR quantitativa.

Risultati
Dopo la somministrazione di pentobarbital di sodio, nei topi insonni la latenza del sonno era significativamente prolungata e la durata del sonno significativamente ridotta (P<0.05). Dopo l’agopuntura la latenza dell’addormentamento si era ridotta significativamente in tutti i gruppi, compreso quello trattato con il punto sham (P<0.05), ma la durata del sonno era aumentata solo nel gruppo sottoposto ad agopuntura di GV20-HT7 (P<0.05). Nei topi insonni l’espressione dei mRNA di Clock e Bmal1 era inibita rispetto al gruppo di controllo non insonne (P<0.01), e dopo il trattamento con agopuntura in tutti i gruppi (compreso quello sham) i livelli di mRNA di Bmal1 erano considerevolmente incrementati (P<0.01), mentre quelli di Clock solo nei gruppi GV20-SP6 e GV20-HT7 (P<0.05).

Conclusioni
L’agopuntura manuale dei punti GV20-HT7 in combinazione si è dimostrata la più efficace nel ridurre la latenza di addormentamento e nell’aumentare la durata del sonno in topi insonni, probabilmente a causa della capacità di espressione dei mRNA di Clock e Bmal1 nelle regioni ipotalamiche VLPO e SCN. In ordine di efficacia seguono i punti combinati GV20-SP6 e GV20-sham.

Wei XR, Wei GV, Zheng XN, et al. Effect of Acupuncture Stimulation of Different Acupoint Combinations on Sleep and Expression of Circadian Clock and Bmal 1 Genes in Hypothalamus of Insomnia Rats. Zhen Ci Yan Jiu 2017. Oct 25;42(5):429-33.

Maria Letizia Barbanera