L’agopuntura induce la proliferazione e la differenziazione delle Cellule Staminali Neurali Endogene in ratti con danno cerebrale traumatico.

Scopo
Valutare se l’agopuntura induce la proliferazione e la differenziazione delle Cellule Staminali Neurali Endogene (NSCs) in un modello murino di Danno Cerebrale Traumatico (TBI).

Metodi
104 ratti di Sprague-Dawley sono stati divisi casualmente in gruppi normali, modelli ed agopuntura. Ogni gruppo è stato suddiviso in gruppi di tre giorni (3d), sette giorni (7d) e quattordici giorni (14d). Il TBI del modello murino è stato stabilito utilizzando la tecnica epidurale della caduta libera di Feeney. I ratti nel gruppo di agopuntura sono stati trattati con i punti di agopuntura (Baihui, Shuigou, Fengfu, Yamen ed Hegu bilaterale). I gruppi normale e modello non hanno ricevuto l’agopuntura. La determinazione del TBI del modello murino e l’effetto terapeutico dell’agopuntura sono stati valutati utilizzando scale neurocomportamentali e colorazione ematossilina-eosina. La proliferazione e la differenziazione delle NSCs nei ratti con TBI è stata analizzata utilizzando la microscopia ad immunofluorescenza.

Risultati
I livelli di cellule che esprimono nestina e bromodeossiuridina/proteina fibrillare acida delle glia (BrdU/GFAP) e BrdU/S100 calcium binding protein B positive e BrdU/proteine associate ai microtubuli 2 e BrdU/cellule galattocerebrosidasi positive hanno subito un aumento più significativo nei vari intervalli di tempo nel gruppo di agopuntura rispetto al gruppo modello (P<0.01), eccetto un decremento del livello di cellule BrdU/GFAP-positive al 7d ed al 14d.

Conclusioni
L’agopuntura ha indotto la proliferazione e la differenziazione delle NSCs, promuovendo pertanto la riparazione neurale in ratti con TBI.

Jiang S, Chen W, Zhang Y et al. Acupuncture Induces the Proliferation and Differentiation of Endogenous Neural Stem Cells in Rats with Traumatic Brain Injury. Evid Based Complement Alternat Med. 2016; Volume 2016 (2016), Article ID 2047412, 8 pages. Epub 2016 May 25.

Giuseppe Tallarida