L’agopuntura a supporto degli interventi sullo stile di vita per il dimagrimento nella sindrome dell’ovaio policistico: studio qualitativo sulla sua realizzabilità e accettazione.

Premessa
La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è una patologia dell’età riproduttiva femminile abbastanza comune, con manifestazioni complesse e varie. La gestione del peso è uno degli obiettivi terapeutici fondamentali. L’agopuntura è un trattamento che va ad implementare quelli già in uso per la perdita di peso nelle popolazioni non-PCOS. Sono state coinvolte alcune pazienti già inserite in un progetto, valutando la fattibilità e l’accettazione dei metodi proposti, per uno studio randomizzato controllato (RCT) sull’agopuntura e l’assistenza sanitaria, basata sulle interviste telefoniche, per il controllo del peso nelle donne in sovrappeso o obese con PCOS, utilizzando metodi di valutazione qualitativi.
Metodi
Abbiamo reclutato donne affette da Sindrome dell’Ovaio Policistico (PCOS) di età compresa tra 18 e 45 anni e con un indice di massa corporea pari o maggiore di 25 kg/m2, utilizzando i social media. Sono stati realizzati due incontri di gruppo e tre interviste telefoniche semi-strutturate (n=10). Abbiamo analizzato i dati utilizzando l’analisi tematica, cercando quindi di confrontare e valutare le motivazioni che hanno indotto l’adesione allo studio, tra donne che ricercavano una gravidanza (n=7), rispetto alle altre (n=3). Sono stati analizzati vari aspetti: le aspettative, la conoscenza e le esperienze precedenti sull’agopuntura; le impressioni e i comportamenti nei confronti degli interventi legati allo studio randomizzato controllato (RCT) (l’agopuntura, la sham agopuntura e il “coaching” sanitario telefonico); le valutazioni in base all’importanza soggettiva; gli ostacoli e gli aiuti sia al reclutamento, sia al successo dello studio.

Risultati
Le pazienti conoscevano sia la sham sia l’agopuntura. Nel complesso, l’atteggiamento verso l’agopuntura è stato positivo e il disegno dello studio è stato accettato, a patto che si cercasse di essere flessibili nei confronti della richiesta della variazione dell’appuntamento. Se le donne desideravano un concepimento, si iniziava lo studio a sei mesi. Le altre pazienti partecipavano ad un trattamento di sham agopuntura della durata di tre mesi, come controllo. Non si riteneva che gli incentivi finanziari fossero necessari e le donne hanno parlato di intenzioni altruistiche nell’iscriversi a un simile processo. Il primo gruppo ha manifestato la necessità di un sostegno familiare, sanitario e di donne con lo stesso problema. Il “coaching” sanitario telefonico offriva sia un supporto sia favoriva la responsabilità della scelta di far parte dello studio, come possibili aiuti nel dimagrimento.

Conclusioni
I nostri risultati dimostrano come l’agopuntura possa essere un trattamento aggiuntivo agli interventi sullo stile di vita per la perdita di peso nella PCOS e che anche uno studio controllato con sham è possibile ed accettato dalle pazienti PCOS. Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare l’efficacia dell’agopuntura insieme allo stile di vita per la gestione del peso in PCOS.

Ee C, Smith C, Costello M et al. Feasibility and acceptability of a proposed trial of acupuncture as an adjunct to lifestyle interventions for weight loss in Polycystic Ovary Syndrome: a qualitative study. BMC Complement Altern Med. 2018 Nov 8;18(1):298. doi: 10.1186/s12906-018-2358-7.

Erminia Caldiron