Il meridiano Chong Mai, un’antica descrizione cinese del sistema vascolare?

Gli obiettivi di questa ricerca sono principalmente di stabilire se il meridiano straordinario di agopuntura noto come Chong (??), Vaso Penetrante o Mare del Sangue, corrisponda a parti macroscopiche del sistema vascolare e, al tempo stesso, di dimostrare che la dissezione anatomo-patologica è stata utilizzata per arrivare alla sua comprensione. Gli studiosi, infatti, sostengono che i medici antichi cinesi usavano raramente la dissezione anatomica per esplorare il corpo umano e che i meridiani sono strutture metafisiche corrispondenti sommariamente a linee disegnate sul corpo. Il testo “Classico di Medicina Interna dell’Imperatore Giallo”, invece, descrive l’uso della palpazione per esaminare i vivi e della dissezione per esaminare i morti. Questo implica che gli autori antichi usavano osservare le strutture fisiche visibili a occhio nudo. La dissezione è stata pertanto utilizzata per comparare la descrizione del Chong Mai nel “Classico di Medicina Interna dell’Imperatore Giallo” con l’anatomia vascolare del corpo umano. Quindici punti di agopuntura localizzati lungo i vari meridiani ordinari, tutti con suffisso Chong nel loro nome, sono stati esaminati con lo scopo di evidenziare caratteristiche comuni con il sistema vascolare. Le dissezioni chiaramente mostrano che il meridiano Chong si correla con i vasi sanguigni principali del corpo, in particolare con la vena cava. Similmente, la maggior parte dei punti del Chong Mai hanno una forte corrispondenza con altri vasi, quali le arterie terminali di mani, piedi e fronte e le anastomosi di viso, corpo e piedi. Questi risultati suggeriscono che i testi antichi riguardanti questo meridiano “descrivono” il sistema vascolare. Gli antichi medici cinesi apparentemente avevano una grande conoscenza dell’anatomia nella pratica della dissezione e grandi capacità di osservazione.

Shaw V. Chong meridian an ancient Chinese description of the vascular system? Acupunct Med 2014;32:279–285.

Maria Letizia Barbanera