I recettori della tirosin-chinasi Axl e MerTK mediano l’effetto benefico dell’elettroagopuntura in un modello di demielinizzazione indotta da cuprizone..

Premessa
È stato dimostrato che l’elettroagopuntura (EA) promuove la rimielinizzazione in un modello demielinizzante di sclerosi multipla (SM) attraverso una maggiore clearance della microglia dei detriti di mielina degradati. Tuttavia, i meccanismi coinvolti in questo processo devono ancora essere chiariti. È stato rivelato che i recettori delle tirosinchinasi TAM (Tyro3, Axl e MerTK) svolgono un ruolo fondamentale nella regolazione di molteplici caratteristiche della microglia, tra cui la funzione fagocitica e la clearance della mielina.

Obiettivo
Pertanto, lo scopo di questo studio è di confermare ulteriormente se l’elettroagopuntura migliora il recupero funzionale in questo modello e di caratterizzare il coinvolgimento del recettore TAM durante questo processo.

Materiali e metodi
Oltre al gruppo di controllo dei topi naive, è stato stabilito un modello di demielinizzazione indotta da cuprizone ed è stato somministrato un trattamento di elettroagopuntura a lungo termine.
Per valutare l’efficienza del recupero funzionale dopo la demielinizzazione, abbiamo eseguito il beam walking test e il test rotarod; per oggettivare il grado di rimielinizzazione, abbiamo eseguito la microscopia elettronica a trasmissione e la quantificazione proteica di marcatori degli oligodendrociti maturi.
Per valutare il deposito di detriti di mielina è stata utilizzata la tecnica di colorazione con Oil Red O.

Risultati
Abbiamo confermato che, nei topi trattati con cuprizone, l’elettroagopuntura migliora significativamente la disfunzione motoria coordinativa e contrasta i processi demielinizzanti, con un minore deposito di detriti mielinici che si accumulano nel corpo calloso.
Sorprendentemente, l’espressione dell’mRNA dei recettori TAM è stata significativamente up-regolata dopo il trattamento di elettroagopuntura e abbiamo ulteriormente confermato un’aumentata espressione proteica di Axl e MerTK, indicando il loro coinvolgimento in seguito a EA.
Infine, LDC1267, un inibitore selettivo della chinasi TAM, ha abolito l’effetto terapeutico dell’elettroagopuntura sulla disfunzione motoria coordinativa.

Conclusioni
Nel complesso, i nostri dati dimostrano che l’elettroagopuntura potrebbe mitigare la progressione della demielinizzazione, migliorando l’espressione del recettore TAM per facilitare la rimozione dei detriti di mielina. I nostri risultati suggeriscono anche che l’EA può essere un potenziale trattamento curativo per i pazienti con SM.

Zaofeng Zou, Jingxian Sun, Zheng Kang et al. Tyrosine Kinase Receptors Axl and MerTK Mediate the Beneficial Effect of Electroacupuncture in a Cuprizone-Induced Demyelinating Model. Evid Based Complement Alternat Med. 2020 Jul 4;2020:3205176. doi: 10.1155/2020/3205176. eCollection 2020.

Laura Moraglio