Elettroagopuntura nell’edema cerebrale sperimentale

L’utilizzo dell’agopuntura nella riabilitazione neurologica post-ictus è ampiamente diffuso nelle cliniche cinesi e si sta recentemente affacciando all’uso clinico anche negli ospedali occidentali. Se da un lato alcuni studi sono ad oggi disponibili sul ruolo dell’agopuntura nel recupero funzionale a medio-lungo termine dei pazienti con lesioni neurologiche focali, è ancora in discussione il potenziale ruolo di questa tecnica in condizioni di acuzie.
Gli autori di questa ricerca hanno condotto un’indagine in animali di laboratorio inducendo un ictus sperimentale in 12 ratti e trattandone la metà in acuto con un protocollo di elettroagopuntura. I ratti sono stati poi studiati con Risonanza Magnetica Nucleare per valutare i coefficienti di diffusione delle zone perilesionali al fine di stimare l’edema cerebrale indotto dall’ictus.
I risultati dello studio mostrano come i ratti sottoposti al protocollo di elettroagopuntura abbiano mostrato un livello di edema cerebrale significativamente inferiore a quelli non trattati, lasciando presupporre una potenziale utilità dell’utilizzo clinico di questa pratica anche nella fase acuta degli eventi ischemici cerebrali.
Ulteriori valutazioni nell’uomo sono ovviamente necessarie prima di trarre qualsiasi conclusione clinica in merito.

Zhang F, Wu Y, Jia J. Electro-acupuncture can alleviate the cerebral oedema of rat after ischemia. Brain Inj. 2011;25 (9):895-900. Epub 2011 Jun 23.

Alfredo Vannacci