Effetti dell’elettroagopuntura su Zusanli (ST36) sulle citochine infiammatorie in un modello murino con patologia polmonare cronica ostruttiva indotta dal fumo

Obiettivo

Sono stati riscontrati miglioramenti della funzione polmonare dopo il trattamento con agopuntura della patologia polmonare cronica ostruttiva (BPCO), ma poco ancora si conosce sui meccanismi che ne stanno alla base. Poiché uno squilibrio della risposta immunitaria potrebbe essere implicato nel meccanismo patogenetico della BPCO, possiamo ipotizzare che l’elettroagopuntura (EA) giochi un ruolo nella regolazione delle citochine infiammatorie e possa contribuire alla protezione del polmone nel modello murino con BPCO fumo-indotta.

Metodi

È stato costituito un modello murino con BPCO utilizzando ratti maschi Sprague-Dawley esposti al fumo di sigaretta. I ratti sono stati randomizzati in 4 gruppi (controllo, sham, BPCO, BPCO con EA ) ed il modello BPCO è stato valutato analizzando le modificazioni patologiche polmonari e la funzione polmonare. L’elettroagopuntura è stata applicata sul punto di agopuntura Zusanli (ST36) per 30min/die per 14 giorni nel gruppo sham e nel gruppo BPCO. Tramite il liquido ottenuto da lavaggio bronco-alveolare sono stati misurati i livelli di tumor necrosis factor-α (TNF-α), interleuchina-1β (IL-1β) e malondialdeide (MDA).

Risultati

Rispetto al gruppo di controllo, i ratti con BPCO mostravano variazioni significative nella resistenza polmonare (RL) e nella compliance polmonare (CL) (entrambe P<0.01), nell’ostruzione bronchiale e bronchiolare (P<0.01), e nei livelli di MDA, TNF-α e IL-1β (P<0.01).

Non sono state riscontrate differenze significative tra il gruppo sham ed il gruppo di controllo.

Confrontato con il gruppo BPCO, il gruppo BPCO con EA ha mostrato una diminuzione di RL ed un aumento di CL (entrambe P<0.05) ed una riduzione dell’ostruzione bronchiale e bronchiolare (P<0.05 e P<0.01 rispettivamente), mentre i livelli di TNF- α, IL-1ß e MDA nel liquido di lavaggio bronco-alveolare sono risultati diminuiti (P<0.05 e P<0.01 rispettivamente). Tuttavia i livelli di TNF-α e IL-1ß nel gruppo BPCO con EA sono rimasti più elevati rispetto al gruppo di controllo (P<0.05).

Conclusioni

L’EA su ST36 può ridurre le lesioni polmonari in un modello murino di BPCO e gli effetti benefici possono essere correlati a una down-regulation delle citochine infiammatorie. Gli effetti anti-infiammatorio ed antiossidante possono prolungare i benefici clinici dell’ EA.
Geng WY, Liu ZB, Song NN et al. Effects of electroacupuncture at Zusanli (ST36) on inflammatory cytokines in a rat model of smoke-induced chronic obstructive pulmonary disease. J Integr Med. 2013;11(3):213-219
Succi Cristian