Confronto tra impatto dell’agopuntura e della petidina sulla riduzione del dolore in travaglio.

Background
Generalmente dal 50% al 70% delle donne soffre di un dolore intenso-insopportabile durante il parto. Alcuni tra i fenomeni avversi legati al dolore in travaglio sono rappresentati da: anormalità del battito fetale, aumento della frequenza di parti cesarei, prolungamento dei tempi del travaglio e basso punteggio di APGAR nel neonato. Le difformità tra i diversi studi sull’efficienza e l’efficacia dell’agopuntura sul dolore in travaglio ci hanno spinto ad effettuare questa ricerca.

Materiali e metodi
Per questo studio clinico, il campionamento è stato eseguito random nell’ospedale Shahid Beheshti di Esfahan, basandosi sulle caratteristiche dei singoli soggetti. Le pazienti sono state classificate in tre gruppi: di controllo, Petidina e Agopuntura (ognuno comprendente 27-30 donne, tutte alla prima o seconda gravidanza). Per la raccolta dati è stata utilizzata la VAS (scala analogica visiva) per la valutazione del dolore. I dati sono stati analizzati attraverso un software SPSS e sono stati utilizzati i test ANOVA e di Kruskal-Wallis.

Risultati
Il grado medio di dolore 30 minuti dopo l’intervento nel gruppo di controllo era 7.80, mentre nei gruppi Petidina e Agopuntura era rispettivamente 6.87 e 5.77; il test di Kruskal-Wallis ha rilevato una differenza significativa tra i tre gruppi.
La lunghezza media della fase attiva del travaglio nei gruppi Petidina e Agopuntura è stata di 175 minuti contro i 243 del gruppo di controllo; il test ANOVA ha rilevato una differenza significativa (P=0.000).

Conclusione
I risultati mostrano che l’agopuntura può diminuire significativamente il dolore in travaglio in 30 minuti dall’intervento, mentre non ha alcun effetto a dilatazione completa. Comunque, sia nel gruppo Petidina che in quello Agopuntura, la lunghezza della fase attiva è stata considerevolmente abbreviata.

Allameh Z, Tehrani HG, Ghasemi M. Comparing the impact of acupuncture and pethidine on reducing labor pain. Adv Biomed Res. 2015 Feb 12;4:46. doi: 10.4103/2277-9175.151302. eCollection 2015.

Tiziana Pedrali