Confronto tra elettroagopuntura e moxibustione sulle funzioni del cervello intestinale in pazienti con sindrome dell’Intestino Irritabile con predominanza di diarrea: uno studio randomizzato controllato.

Obiettivo
Confrontare l’effetto dell’elettroagopuntura (EA) e della moxibustione nei pazienti con Sindrome dell’Intestino Irritabile con predominanza di diarrea (D-IBS).

Metodi
Un totale di 60 pazienti affetti da D-IBS sono stati randomizzati nei gruppi EA (30 casi) e moxibustione (30 casi). La sintomatologia gastrointestinale e psicologica è stata valutata prima e dopo il trattamento tramite la Visual Analogue Scale, la Bristol Stool Form Scale, la Hamilton Anxiety Rating Scale (HAMA), e la Hamilton Depression Rating Scale (HAMD).
Inoltre, sono stati misurati, tramite metodica immunoistochimica,: campioni di mucosa del sigma, i livelli di espressione della serotonina (5-idrossitriptamina 5-HT), dei recettori 5-HT3 e 5-HT4.
Sono state valutate le modifiche funzionali a livello di alcune aree cerebrali, quali la corteccia cingolata anteriore (ACC), la corteccia insulare (IC) e la corteccia prefrontale (PFC), tramite risonanza magnetica funzionale.

Risultati
Dopo il trattamento, entrambi i gruppi (EA e moxibustione) hanno riportato un miglioramento significativo del dolore addominale e del gonfiore addominale (p<0.01 e p<0.05).
Il gruppo sottoposto a moxibustione ha riportato un miglioramento maggiore nell’urgenza di defecazione, nella frequenza e nella consistenza delle feci, rispetto al gruppo sottoposto ad EA (p<0.01).
Sia lo score HAMA che lo score HAMD sono risultati significativamente ridotti nel gruppo sottoposto a moxibustione, rispetto al gruppo trattato con EA (p<0.01).
Entrambi i gruppi hanno dimostrato una riduzione significativa nell’espressione di 5-HT, 5-HT3R e 5-HT4R nella mucosa intestinale dopo trattamento (p<0.01), con una riduzione più evidente della 5-HT nel gruppo moxibustione (p<0.05).
Infine, una ridotta attività è stata registrata nell’IC sinistra e destra e nella PFC nei pazienti sottoposti a moxibustione, in seguito a stimolo con sonda colon-rettale da 150 ml, dopo il trattamento (p<0.05 or p<0.01). Nel gruppo EA solo nella PFC è stata evidenziata una minor attivazione (p<0.05).

Conclusioni
La moxibustione può migliorare significativamente la sintomatologia associata a D-IBS e sembrerebbe essere più efficace dell’EA in questi pazienti.

Zhao JM, Lu JH, Yin XJ et al. Comparison of electroacupuncture and moxibustion on brain-gut function in patients with diarrhea-predominant irritable bowel syndrome: A randomized controlled trial. Chin J Integr Med. 2015 Nov;21(11):855-65. doi: 10.1007/s11655-015-2049-x.Epub 2015 Apr 6.

Giulia Chiarle