Agopuntura nel Mondo, primi progetti 2015

L’11 novembre 2014 abbiamo costituito in Milano l’associazione non a scopo di lucro AGOM, Agopuntura nel Mondo, associazione di volontariato dedita alla diffusione ed allo sviluppo dell’agopuntura nelle “case degli ultimi”, specie nei paesi in via di sviluppo. Individuiamo due principali modalità di azione, che possono essere variamente fra loro connesse. La nostra prima via è il volontariato pratico di agopuntura nei territori e negli ambienti disagiati. Non sottovalutiamo però l’altra possibile via: insegnare l’agopuntura a medici residenti nei luoghi bisognosi.

Teniamo poi molto ad un altro compito dell’associazione: fare in modo che le acquisizioni cliniche che derivano da questi periodi di volontariato non vadano perse. Si tratta infatti di recepire le esperienze cliniche realizzate sul campo dai volontari, eseguire la raccolta dei dati da loro forniti ed elaborarli in termini di leggi tradizionali della MTC, nella speranza di fornire contributi culturali e scientifici al corpus medico tradizionale cinese ed alla sua evoluzione.

Progetto Zambia

Il progetto di andare a praticare l’agopuntura a Bauleni, baraccopoli al limitare di Lusaka, Zambia, nasce grazie ad una decennale amicizia, mantenutasi viva negli anni, da vicino e da lontano. “Ho conosciuto Diego in India – dice il dott. Moiraghi- facevo volontariato a Kalighat, era il 1998. Nel 2004, quando nessuna associazione era riuscita a farmi partire per l’India come medico volontario in seguito allo tsunami, Diego mi ha messo in contatto con un Ospedale del Tamil Nandu e finalmente sono partito.” Ora Diego vive a Bauleni, un posto difficile (soprattutto se sei l’unico bianco a vivere all’interno della baraccopoli). Ha fondato l’ONG “In & Out of the Ghetto”, ricca di progetti che si sono potuti realizzare proprio grazie alla decisione di Diego di aiutare le persone vivendo con loro nel ghetto, per dare loro la possibilità di uscirne studiando, imparando dei lavori, usando il computer e molto altro ancora.

Sito www.inandoutoftheghetto.org.

Oggi Diego Cassinelli ci aspetta. Ci offre alloggio, vitto e la preziosa acqua potabile. Ci aiuta a portare l’agopuntura tra le persone di Bauleni. I disagi sono molti, l’AIDS e la tubercolosi sono in prima linea, con tutte le patologie ad essi correlate. Tossi, febbri, infezioni ed astenia colpiscono migliaia di ragazzi. Hanno bisogno di aiuto. Abbiamo iniziato a pensare di andare a praticare l’agopuntura a Bauleni l’anno scorso. Diego da subito si è detto contento di questa nostra iniziativa ma ci ha messi in guardia: in Africa, soprattutto in quella povera, i medici sono sciamani. L’agopuntura non è conosciuta e l’infissione di aghi nel corpo può creare problemi. Abbiamo preso tempo, ci abbiamo riflettuto, Diego ci sta preparando il campo, ha iniziato a parlarne, a far conoscere questa possibilità di cura. Non è stregoneria, è medicina. Non può assicurare che nessuno sarà sospettoso. Lo saranno in molti. Ma questo non può impedirci di scegliere di dare corpo alla nostra iniziativa.

Programma Calcutta

Dopo tre periodi di lavoro di volontariato effettuati nel 2013 e 2014 a Kalighat, prima casa di accoglienza fondata da Madre Teresa a Calcutta, l’agopuntura a Calcutta è una realtà. Il programma del prossimo periodo di volontariato, dal 9 al 23 febbraio 2015, è: proseguire l’agopuntura a Kalighat ed iniziare il lavoro con gli aghi a Prendam, altra casa di accoglienza delle Missionarie della Carità di Calcutta. Sono già stati presi accordi in proposito.

Venite anche voi

Agopuntura nel Mondo può esistere solo con voi.

Per Bauleni non ci sono ancora date, crediamo di organizzare il primo viaggio nell’estate 2015.

Per Calcutta, a Febbraio, possono partire con noi due medici agopuntori esperti. Contattateci.

E’ probabile comunque che vi sarà un ulteriore viaggio durante l’estate del 2015.
Contatti:
Agopuntura nel Mondo
Tel: 335/6626465
Email: staff.agopuntura@yahoo.it
Carlo Moiraghi – Paola Poli