Agopunti dell’anello ombelicale e loro applicazione clinica in medicina Zhuang.

Abstract
In questo documento sono spiegati la base teorica, l’ubicazione, l’appartenenza agli Zang-Fu, la funzione di trattamento e le indicazioni, il principio di funzionamento e la manipolazione dei punti terapeutici dell’anello ombelicale in medicina Zhuang.
L’etnia Zhuang è la minoranza più popolosa della Cina. A partire dalla dinastia Tang ha dato forma ad una propria medicina, che presenta forti caratteristiche etniche, anche se commista alla medicina Han.
Durante le dinastie Tang e Song (618-1279) i testi di prescrizioni raccolsero ricette di disintossicazione e cura nelle zone del Guangdong e del Guangxi abitate dall’etnia, e nella classificazione dei testi medici comparvero le “ricette di Lingnan”, il che sottolinea la speciale posizione della medicina delle etnie del sud, fra cui quella Zhuang, nella tradizionale medicina e farmacologia cinese.
Le dinastie Ming e Qing (1368- 1911) furono un periodo di sviluppo della medicina Zhuang. In questo periodo, oltre alle registrazioni nel “Compendio di erboristeria” di Li Shizhen e negli annali locali del Guangxi, furono aperti organismi di istruzione medico-farmaceutica, che formarono parecchi medici e farmacologi Zhuang.
Riguardo allo sviluppo della medicina Zhuang, anche in mancanza di registrazioni scritte, sappiamo che si è tramandata attraverso l’insegnamento dei maestri ai discepoli e per via orale, per cui da più di mille anni sono diffuse a livello popolare una gran mole di ricette speciali e comuni, che hanno dato notevoli contributi allo sviluppo della Medicina tradizionale cinese.
La medicina Zhuang è basata su un principio molto semplice, ossia: se una malattia è causata da un agente tossico, esiste sicuramente una cura disintossicante, anzi, entro certi limiti, gli agenti tossici hanno anche un effetto curativo, secondo il motto: “curare l’intossicazione coll’agente intossicante”. L’ombelico non è solo un sistema di micro-diagnosi, ma anche una finestra per il trattamento di una malattia che potrebbe essere divisa in uno strato superficiale, medio e profondo, ognuno dei quali in grado di comunicare rispettivamente con i diversi organi e visceri. L’anello interno e l’anello esterno ombelicale, che sono chiamati globalmente “agopunti dell’anello ombelicale”, potrebbero aprire e ripristinare funzioni, regolare l’equilibrio del Qi e del sangue per espellere i fattori patogeni, tonificare i deficit e rimuovere la stasi nel trattamento di diversi tipi di malattie in tutto il corpo.

Huang JM , Huang GH, Su QZ. Umbilical ring acupoints and its clinical application in Zhuang medicine. Zhongguo Zhen Jiu. 2013 Jun;33(6):561-4

Gemma D’Angelo