Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies clicca qui

Raccomandazioni dell’Osservatorio Regionale medicine non convenzionali (Omnc-ER)

 



Raccomandazioni dell’Osservatorio Regionale medicine non convenzionali  (Omnc-ER)
per la buona pratica di Agopuntura nel SSR dell’Emilia Romagna.

Obbiettivi:
1)    Garantire l’ottimo livello qualitativo dei trattamenti di agopuntura erogati
2)    Garantire la possibilità di approccio olistico alle problematiche cliniche del paziente
3)    Facilitare la comunicazione tra Specialisti e tra Servizi, in modo da innescare un processo di integrazione tra diversi approcci di cura

Strumenti:
1)    Percorsi diagnostico-terapeutici aziendali (PDTA) o protocolli di trattamento inclusivi dell’offerta dell’agopuntura per low-back pain e cefalea / emicrania, allestiti, all’interno di ogni Azienda Sanitaria,            da parte di un gruppo di lavoro interdisciplinare multi-professionale  comprendente i medici esperti in agopuntura
2)    Check-list dei requisiti minimi di qualità dell’offerta di agopuntura:
a)    Provider: medico agopuntore qualificato / accreditato, prioritariamente scelto fra i dipendenti aziendali o convenzionati, iscritti negli appositi elenchi dei professionisti esercenti l’agopuntura istituiti presso gli Ordini professionali provinciali dei medici chirurghi e odontoiatri, e incaricato per un orario che garantisca la soddisfazione della domanda con un’offerta di ottimo livello qualitativo;
b)    Materiali: ambienti di cura accoglienti, ben areati e comunque idonei; aghi sterili monouso certificati CE, elettrostimolatori;   
c)    Procedure:
•    paziente con prescrizione del medico di famiglia o di altro specialista e con diagnosi congruente con i LEA definiti in Delibera;
•    prima visita con anamnesi, esame clinico, definizione della diagnosi di MTC (Medicina Tradizionale Cinese) e del piano terapeutico (n° e frequenza dei trattamenti); eventuale esecuzione del 1° trattamento in caso di dolore acuto in corso;
•    durata minima della prima visita: 30 minuti (60 minuti se inclusiva del primo trattamento);
•    durata minima dei trattamenti successivi: 30 minuti, di cui almeno 20 con gli aghi infissi;
•    possibilità di non più di due trattamenti (ovvero due pazienti) in parallelo e solo a partire dal secondo trattamento;
•    utilizzo di cartella clinica ambulatoriale dedicata, comprensiva di diario clinico, con annotazione:
- della diagnosi, piano terapeutico e modalità di stimolazione degli aghi (manuale, elettrica);
- dell’andamento sintomatologico, incluse le misure quantitative (es: VAS) e qualitative dell’intensità, frequenza e durata dei sintomi;
- delle eventuali variazioni della diagnosi e della strategia terapeutica; 
- degli eventuali effetti collaterali / eventi avversi;
‐ dei consigli e delle prescrizioni concomitanti al trattamento di agopuntura;
‐ degli eventuali invii ad altri specialisti o richieste di approfondimenti diagnostici;
‐ della comunicazione di restituzione all’inviante, al termine del trattamento;
•    somministrazione al paziente di questionario (anonimo?) di soddisfazione.

 

Congressi FISA

  • XXXIV Congresso Nazionale SIRAA Agopuntura e Riflessoterapie in Neurologia

  • L' Agopuntura e la Medicina Integrata nella cura dei malati con patologie croniche. Quale ruolo nelle reti cliniche assistenziali?

  • 4° Convegno UMAB incontra UMAB ESPERIENZE CLINICHE IN MTC

  • AGOPUNTURA: EFFICACIA E EVIDENZE SCIENTIFICHE

SCARICA APP MYAGOPUNTURA

appstopre

playstore

Bandi di Ricerca

  • Premio "Marco Romoli" per la miglior tesi in Agopuntura

  • Bandi di ricerca Europei e Internazionali

Newsletter

Federazione Italiana delle Società di Agopuntura
P. IVA: 97054090580

info@agopuntura-fisa.it

 

Seguici su:

icon facebook 184x184